La teoria del Ponte

A proposito del Ponte sullo Stretto, da alcuni anni gira la teoria che non si farà mai, però si continuerà a progettarlo per anni e anni. “La mafia ha imparato a progettare”, si sente dire. Progetti su progetti, studi su studi. Ogni tanto una polemicuccia, e intanto gli anni passano, i soldi vanno (e non tornano). Un mare di soldi. Nostri.

Genova. La passeranno liscia?

Se la polizia vuole finalmente chiudere con la verità una pagina di vergogna della sua storia, come ha promesso di fare il capo della polizia Antonio Manganelli, non ha che da rendere concreto il suo impegno accompagnandolo con l’agenda ragionevolmente proposta dal “Comitato verità e giustizia per Genova”. Scuse formali dei vertici dello Stato alle vittime degli abusi e a tutti i cittadini; collocazione immediata dei condannati a ruoli che non comportino una relazione diretta con i cittadini; massima collaborazione con la magistratura per le inchieste ancora aperte.

Giuseppe D’Avanzo parla di diritto diseguale su Repubblica. Qui le motivazioni della sentenza di Bolzaneto.