Normalità seriale

Gli inquirenti sostengono di aver catturato lo stupratore seriale di Roma. La storia è interessante, quasi quanto il virgolettato offerto da un sito di notizie:

normale
Proprio così: “ha una fidanzata e una normale vita affettiva”. Salvo che la notiza è proprio il contrario. Ovvero che, dicono gli inquirenti, quella normalità è solo apparente, che questo tizio NON ha una normale vita affettiva, al punto che si può ipotizzare che quella “normale vita affettiva” sia solo una maschera dietro la quale brucia un inferno. Appena si prova a capire cosa ne pensi la fidanzata in questione, infatti, si viene a sapere che si erano lasciati. Il motivo? A lei quella vita di coppia non sembrava così normale. A questo punto ci si può anche interrogare sull’efficacia di un inganno che sembra perfetto, a patto di analizzare la questione in due capitoli distinti: quello su chi inganna e quello su chi si lascia facilmente ingannare.

E a questo proposito, un commento sulla polemica nel PD, al quale era iscritto il tizio sospettato di essere lo stupratore. Ignazio Marino parla di “un criminale già coinvolto in odiosi reati”. Dario Franceschini risponde che invece è “il caso di una persona con una doppia vita, invisibile a tutti”. Ora, il tizio in questione pare sia già stato processato diversi anni fa per violenza sessuale e all’epoca dichiarato incapace di intendere e di volere da un magistrato: è chiaro che sui fatti ha ragione Marino, e ha torto Franceschini. Se questo tizio (incapace di intendere e di volere, mai assolto per stupro) si ritrova a fare il segretario di sezione del PD, significa che c’è un problema per il PD. Troppo facile prendersela con chi lo pone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...