La fatica del nuotatore

Petite histoire du maillot de bain en compétition

I costumi “Jaked” faranno andare veloci in acqua, ma che pena indossarli fuori dalla piscina. Ricoprirsi con questa specie di seconda pelle richiede anche venti minuti e non è facile riuscirci senza aiuto. Ma dal 2010 si tornerà ai vecchi costumi a calzoncino.

Un commento su “La fatica del nuotatore

  1. Maurizio Frugis scrive:

    Ma anche dentro la piscina…possibile che atleti con un fisico del genere debbano coprirsi all’inverosimile in piena estate? Andranno pure più veloci, ma anche l’occhio vuole la sua parte! Viva il bikini, viva lo slippino!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...