E la Lega diventa Romana

Roberto Calderoli, ministro per la Semplificazione, attacca su Repubblica il cardinale Dionigi Tettamanzi, arcivescovo di Milano, e fa l’elogio della Chiesa Romana. “Noi della Lega”, dice, “abbiamo non solo il massimo rispetto, ma anche un dialogo aperto con le massime espressioni della Chiesa, quella romana”. E poi: “…la Chiesa romana ha un notevole equilibrio nel far prevalere i principi delle radici cristiane”. E ancora: “Non posso non vedere che tra le nostre posizioni e quelle della maggioranza dei Vescovi, della Chiesa romana fino alla Cei c’è la massima assonanza”. Tutti questi elogi per la Chiesa di Roma servono soltanto per gettare discredito sul cardinale Tettamanzi, la cui presenza a Milano viene equiparata da Calderoli a quella di “un prete mafioso in Sicilia”. Forse, in difesa del cardinale, potrebbe anche farsi viva la Cei, di solito sempre così sollecita a intervenire sulle più varie faccende, ma ancora tace.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...