I fiori puzzolenti

“Bisogna divellere i fiori puzzolenti, pieni di immondizia e di cupidità, gonfiati di superbia. Li mali pastori e rettori intossicano e imputridiscono questo giardino. Gittateli di fuori, che non abbiano a governare. Ohimé , che grande confusione è questa, di vedere coloro che debbono essere specchio in povertà volontaria, immersi in tante pompe e vanità del  mondo, più che se fossero mille volte nel secolo”.
Così scriveva Santa Caterina da Siena, patrona d’Italia, a papa Gregorio XI ai tempi dello scisma di Avignone. Le miserie del caso Boffo erano ancora lontane, ma la santa vedeva lungo e le sue parole sono più che mai di attualità in queste giornate nerissime per le gerarchie vaticane. Fa bene Giancarlo Zizola a ricordarle in un edtoriale pubblicato oggi su Repubblica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...