“Prestazione” civile

“Mia moglie può temere solo un’altra donna, l’Italia!”. Così disse il dicembre scorso Guido Bertolaso dopo aver ricevuto un premio alla carriera conferitogli dal Comune di Roma. Nella Sala Santa Cecilia del Parco della Musica di Roma (dove sedevano fra gli altri Giorgio Napolitano, Gianni Letta, Gianni Alemanno e la signora Bertolaso) scattò l’applauso. Ora, in seguito all’inchiesta per corruzione che coinvolge il capo della Protezione Civile, il suo collaboratore Angelo Balducci e altri, escono i testi di intercettazioni dalle quali  si insinua, come riferisce Fiorenza Sarzanini sul Corriere della Sera, che Bertolaso avrebbe goduto più volte dei  favori di altre donne. Forse sono sono soltanto semplici e innocenti massagiatrici (gli incontri sarebbero avvenuti in un centro sportivo) e ci auguriamo che sia così. Ma la lettura dei giornali di oggi non deve essere stata piacevole per Bertolaso e la sua signora. E neanche per quell’altra donna, la signora Italia.

Un commento su ““Prestazione” civile

  1. pedro ha detto:

    farncamente mi sembra che siano affari suoi.

    anche a me piacciono le massaggiatrici. e reclamo il mio diritto al massaggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...