Brown, un vulcano d’ira

Dal Regno Unito arrivano rivelazioni sul carattere (o meglio, caratteraccio) del premier Gordon Brown. Nel libro del giornalista dell’Observer Andrew Rawnsley, esperto di faccende labour, si racconta che il premier avrebbe addirittura ricevuto una severa reprimenda dal capo della civil service britannica (la nostra pubblica amministrazione) a causa della sua irruenza. E il Times rincara la dose con le rivelazioni sui collaboratori di Brown che avrebbero addirittura chiamato un numero verde per chiedere aiuto. Rawnsley dipinge Brown come un uomo solo e disperato che sfoga le sue frustrazioni su tutti quelli che lo circondano, persino gli impiegati. Gli episodi raccontati sono scioccanti.
Nel 2007, dopo la perdita dei dati personali di circa 25 milioni di cittadini britannici dovuta a un banale trasporto di cd tra un ufficio e il Dipartimento delle imposte, pare che Brown si sia rivolto al capo del suo staff prendendolo per il bavero della giacca e aggredendolo in malo modo.
Una volta durante un giro in macchina, dopo aver ricevuto una cattiva notizia, pare che Brown abbia colpito a pugni il sedile accanto al suo con una tale irruenza che un suo assistente si coprì il volto con le mani temendo che il premier potesse picchiarlo.
Inoltre, pare che sedile accanto a quello su cui siede abitualmente Brown nella sua auto di rappresentanza sia pieno di buchi e segnacci neri: quando vive momenti difficili il premier utilizzerebbe la sua penna stilografica come antistress conficcandola nella tappezzeria. Addirittura, si racconta che una volta il premier se la sia presa con una povera dattilografa sbattendola fuori dalla sua postazione e mettendosi a lavorare con la sua tastiera. Insomma, un altro colpo pesante alla già provata immagine del premier inglese a poche settimane dalle elezioni politiche.
Tuttavia, Brown potrà sempre dire di non avere portato niente di nuovo a Downing Street. Un film bellissimo, In the Loop, che racconta i giorni delle trattative per l’attacco all’Iraq, descrive molto bene il regno del terrore che i leader laburisti creavano intorno a sé. Ben prima di Brown:

Adesso, però, bisogna pensare alle elezioni, che tutti i pronostici prevedono per il prossimo 6 maggio. Brown era dato in rimonta fino all’altro giorno. Ora dovrà uscire vivo da questa polemica. In arrivo vagonate di Valium a Downing street.

Un commento su “Brown, un vulcano d’ira

  1. […] via https://atlantix.wordpress.com/2010/02/22/brown-un-vulcano-dira/ Posted by admin on febbraio 22nd, 2010 Tags: Estero, Inghilterra Share | […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...