Esquilino, un blog contro il degrado

Il blog Degradoesquilino nasce per servire uno dei quartieri più caldi di Roma, quello stretto tra l’area del Colosseo e la Stazione Termini. Un sito che riporta puntualmente scandali locali, piccoli e grandi, e attraverso testi e foto li racconta col carattere di chi non si rassegna all’illegalità. Abbiamo rivolto le nostre domande via e-mail alla redazione. Per motivi che comprendiamo, gli autori di Degradoesquilino preferiscono restare anonimi.
.
Come nasce il blog?
Il blog nasce con un duplice obbiettivo. Un obbiettivo, per così dire, giornalistico, volto a informare ed aggiornare i cittadini del nostro Rione relativamente ai fatti, alle novità, agli appuntamenti e soprattutto al degrado urbano del territorio. E un obbiettivo di sensibilizzazione che punta a focalizzare dei problemi che solo incidentalemente sono dell’Esquilino, ma che potrebbero essere riferibili a qualsiasi altra zona della città. Un tentativo, insomma, di essere universale.
.
Come vivete la dimensione multiculturale dell’Esquilino?
La multiculturalità non è un problema in se, definirla un problema significherebbe essere razzisti. Mettiamola così: il sistema paese Regno Unito (per dirne uno) attrae dal subcontinente indiano ingegneri altissimamente professionalizzati che lavorano, guadagnano, fanno progredire quel paese, pagano le tasse e, dunque, si integrano nella società inglese. Il sistema paese Italia riesce, al massimo, ad attrarre qualche bangladesh capace, al più, di gestire phone center e questo è un problema per tutti e soprattutto per il tessuto sociale di un territorio così piccolo come quello di un Rione.
Ad ogni modo la eccessiva presenza di immigrazione di scarsa qualità (taciamo dei grossisti cinesi!) è un problema, ma non certo il primo problema del nostro territorio. Mancanza di manutenzione della cosa pubblica, abbandono, traffico e soprattutto sosta selvaggia sono problemi dieci volte più gravosi.
.
Un blog “di servizio” che vuole diventare un movimento culturale?
Assolutamente si. L’obbiettivo è chiaro: far notare il degrado a chi al degrado è assuefatto. Un grande problema, anzi il problema di questa città è la totale incapacità dei suoi cittadini a reagire alla totale porcheria in cui vivono. Ci troviamo nella capitale occidentale di gran lunga più degradata, ma i romani sono convinti di vivere in un posto di incanto, non notano il degrado e, quando lo notano, tendono a giustificarlo. Anche grazie al nostro lavoro di ‘focalizzazione’ ed ai continui confronti sia internazionali che con altre città d’Italia, puntiamo un pochino a svegliare gli spiriti…
.

Un commento su “Esquilino, un blog contro il degrado

  1. emanuele ha detto:

    ottima idea
    aggiungo che sugli immigrati il concetto è un po’ sbrigativo: molti ingegneri vangono in italia a fare gli sguatteri e in GB molti sguatteri che ci sono andati magari poi diventano ingegneri. Più che attirare manodopera sotto qualificata l’Italia non ha gli strumenti per la convivenza anche perché da noi il fenomeno è recente e la classe poltica si è dimostrata inadeguata gestirlo. L’Esquilino, essendo una zona di prima frontiera si trova dunque esposto e direi che, per essere in frontiera e abbandonato a se stesso, reagisce anche bene…

    auguri cmq di buonissimo lavoro
    emanuele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...