L’Economist tifa per Cameron

Come annunciato è arrivato l’endorsement del settimanale britannico per uno dei tre principali candidati alla guida del Regno Unito dopo le elezioni politiche generali previste il 6 maggio. L’Economist sceglie il leader conservatore David Cameron, considerato l’uomo con il programma più adatto per risollevare la Gran Bretagna dalla crisi economica e per aggiustare un deficit che ammonta a quasi il 12 per cento del Pil.

Bigotta o invasata?

“Gordon Brown accusa una pensionata di essere una bigotta”, dicono i noatiziari. In inglese la notizia contiene la parola “bigoted”, che però non si può tradurre “bigotta” (che in italiano si riferisce perlopiù a un attaccamento esagerato alla dottrina religiosa) ma, ricorrendo al vocabolario, andrebbe resa con “faziosa” oppure anche “invasata”. Le domande rivolte dalla signora a Gordon Brown, infatti, non riguardano la religione ma la politica. La signora Duffy, che si dichiara “laburista da una vita”, si era rivolta a Brown lamentandosi delle tasse e di “tutti questi immigrati dell’Est”: dareste del bigotto a un leghista?