Bye bye Scajola

 Claudio Scajola ha gettato la spugna come un pugile suonato e si è dimesso. La vicenda della casa con vista sul Colosseo che sarebbe stata acquistata da Scajola grazie ai generosi assegni versati dal costruttore Anemone lo sta incastrando senza rimedio. Lui strilla contro il “procresso mediatico”, ma oggi il ministro ligure viene stretto d’assedio non soltanto da Repubblica e Corriere della Sera. Anche i giornali più vicini a Berlusconi, Il Giornale e Libero, chiedono a Scajola di chiarire o dimettersi. Se si muovono con l’artiglieria anche Feltri e Belpietro significa che Scajola è spacciato. E infatti in mattinata sono arrivate le dimissioni. E’ la seconda volta che Scajola si dimette da ministro. La prima fu quando disse che Marco Biagi, il giuslavorista ucciso a Bologna dalla Br, era “un rompicoglioni”. Allora Giuliano Ferrara ne chiese le dimissioni definendolo “il ministro della malaparola”. Oggi Scajola è diventato il “ministro della malacasa”.

Un commento su “Bye bye Scajola

  1. […] Bye bye Scajola Ormai Claudio Scajola ha poche speranze di conservare il suo ruolo di ministro. La vicenda della casa con vista sul Colosseo che sarebbe stata acquistata da Scajola grazie ai generosi assegni versati dal costruttore Anemone lo sta incastrando senza rimedio. blog: Atlantis | leggi l'articolo […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...