Dalla Louisiana alla Nigeria

Ora lo raccontano anche i giornali: peggio della Louisiana c’è il delta del Niger, in Nigeria. La regione è sommersa dal petrolio disperso da oleodotti-colabrodo, le esalazioni soffocano le popolazioni e l’ambiente. Da anni e anni. E mentre gli Usa hanno un presidente che si sbatte per evitare i disastri, i nigeriani hanno élite interessate soprattutto a lucrare sulle esportazioni di petrolio. I nigeriani hanno lottato pacificamente, poi ci sono state azioni violente, come il sequestro dei tecnici italiani dell’Eni nel 2007 attribuito al Mend, il Movimento per la liberazione del Delta del Niger. Mentre raccontavano il sequestro, i media hanno dato poco risalto al disastro ambientale della regione, alla rabbia che muove le azioni violente, e al ruolo delle compagnie petrolifere italiane. Mentre è difficile accertare le responsabilità, è possibile sollevare l’attenzione su un disastro che mostra la disparità di trattamento tra i cittadini di una democrazia solida, come gli Usa, e quelli di una democrazia sofferente, come la Nigeria.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...