In Cina le buste si pagano a parte

Fin dal 2008 in Cina la legge impone ai negozi di far pagare le buste di plastica. La legge lascia liberi i negozi di stabilire il prezzo, che non può essere inferiore al costo stesso del sacchetto; i negozi possono poi tenere per sé i guadagni. Uno studio dell’università di Gothenburg ha calcolato i risultati di questo esperimento. Prima dell’entrata in vigore della norma i consumatori cinesi utilizzavano una media di 21 sacchetti a settimana; dopo l’arrivo della legge i consumi si sono ridotti del 49 per cento. Ma la legge funziona soprattutto grazie alla repressione delle violazioni, che è iniziata dopo l’approvazione della legge. Così, in discarica sono finiti 40 miliardi di sacchetti di plastica in meno e in circolazione ci sono 100 miliardi di buste in meno.

A Napoli ci hanno pensato solo adesso. Da gennaio, faranno come in Cina.

Questa voce è stata pubblicata in Cartoline.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...