Un ministro sull’orlo di una crisi di nervi

“Ma lei è un ministro….”. Forse gli urlacci di Ignazio La Russa hanno coperto le parole sconsolate che lo studente intervenuto ad Annozero gli ha rivolto nella puntata del 16 dicembre. “Ma lei è un ministro…” Sì, un ministro della Repubblica non può esibirsi in modo così sguaiato e volgare davanti alle telecamere. Neppure quando può avere qualche ragione. Purtroppo non è la prima volta che La Russa perde la testa pubblicamente. Già un’altra volta qualcuno gli ricordò in diretta che era un ministro della Repubblica.  Fu Rosy Bindi e accade su Rai3, quando La Russa si mise a sbeffeggiare Conchita De Gregorio, direttore dell’Unità, chiamandola “Conchitina”. E ci ricordiamo di quando, il marzo scorso, La Russa si improvvisò buttafuori da discoteca e cacciò un giornalista freelance che faceva domande scomode durante una conferenza stampa di Silvio Berlusconi?
Non c’è nulla da fare. Nonostante gli sciacqui e risciacqui con l’acqua di Fiuggi, alla fine, sotto sotto, quando gratti spunta sempre il nero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...