Aspettando Lady Gaga

I fans di Lady Gaga hanno fatto del loro meglio, si fa per dire, per essere all’altezza della loro beniamina in vista del concerto previsto al Central Park di New York. Intanto domani, nell’inserto culturale del quotidiano britannico  Financial Times, sarà pubblicata una intervista dello scrittore Stephen Fry a Lady Gaga.En attendant Gaga...

La nonnina di Tyler

Nella sua rubrica Fast Lane, pubblicata ogni sabato sull’ultima pagina dell’inserto culturale Life&Arts del Financial Times, Tyler Brulé ci racconta i suoi preparativi per le prossime vacanze estive. Tyler sembra molto preoccupato di trovare una sistemazione ideale per la nonnina novantenne. Come aeroporti per sbarcare la nonnina, che probabilmente arriva dal Canada,  Tyler prende in considerazione soltanto gli scali di  Monaco o Zurigo. Ma poi dove andare? A Pantelleria la nonnina non si era trovata troppo bene. La vegliarda vuole negozi, vita, attività, un chiosco di giornali, bar e ristoranti. Forse la scelta cadrà su Forte dei Marmi. Ma dove? Hotel? Appartamento? Il dubbio verà risolto domani, nel pranzo di Pasqua a casa Brulé.

Facebook seguirà le nostre tracce sul web

Facebook potrebbe presto monitorare e rintracciare i siti visitati dai suoi utenti sul web. La notizia viene annunciata oggi dal Financial Times in un servizio da San Francisco intitolato “Facebook to track users’ web trail“. L’annuncio della nuova funzione prevista dal social network dovrebbe arrivare mercoledì 21 aprile proprio da San Francisco.  L’operazione di Facebook si chiama “behavioural targeting”. Studiando il comportamento sul web degli utenti di Facebook sarà possibile mandare loro, sul sito di Fb, messaggi commerciali personalizzati, tagliati su misura per i loro gusti e interessi.  Saranno inevitabili nuove polemiche sulla tutela della privacy.

L’agenda di Tyler

Tyler Brulé, giornalista, ideatore di progetti editoriali, fondatore di Wallpaper, fondatore e direttore di Monocle, columnist del Financial Times, ha un’agenda molto fitta. Ecco cosa scrive nella rubrica The Fast Lane sul Financial Times: “I have a rather predictable travel schedule (Tokyo pops up once a month; Milan six times a year; Hong Kong, Paris, Geneva, Zurich, Osaka and New York once a quarter; LA, Madrid, Singapore, Toronto and Taipei twice a year and he sporadic appearances in Stockholm, Copenhagen, Beirut, Washington and San Francisco) ….”

De Lillo e il declino americano

Point Omega: A NovelAl Financial Times è piaciuto molto Point Omega, il nuovo romanzo dello scrittore americano Don De Lillo. Per il FT si tratta di una “masterful  meditation on American’s imperial decline”. Il libro non è monumentale come Underworld. Pubblicato in Grand Bretagna da Picador, occupa solo 128 pagine. E anche sulla breve distanza De Lillo sembra in gran forma.