Soldi pubblici in fumo

I governi del mondo lanciano decine di iniziative contro i cambiamenti climatici ma, segnala il New Scientist, allo stesso tempo regalano sussidi al settore dei combustibili fossili per un totale di 312 miliardi di dollari. Soldi che probabilmente si traducono in emissioni di gas serra, ovvero le sostanze accusate di causare i cambiamenti climatici. Secondo i calcoli citati da Michael Marshall, del New Scientist, senza gli aiuti di stato la domanda di combustibili si ridurrebbe del 5 per cento, una cifra che l’Agenzia Internazionale per l’Energia (IEA) giudica importante nella lotta ai cambiamenti climatici.

Paghi e sei pulito. L’Economist bastona la Norvegia

 

Qui in Italia ne sappiamo qualcosa: per anni i rifiuti tossici delle industrie del Nord sono stati sotterrati nelle regioni del Sud. L’Economist accusa la Norvegia di fare lo stesso con le sue esportazioni di petrolio. Che senso ha ridurre le emissioni inquinanti in casa quando si esporta petrolio, che produrrà emissioni inquinanti altrove? Sarà, ma tra i grandi esportatori di petrolio del mondo, la Norvegia è l’unico a porsi certi problemi e a promuovere la trasparenza.