Il Nicaragua invade il Costa Rica per un errore di Google

Il titolo qui sopra è quello scelto da Wired per raccontare la crisi diplomatica più incredibile dell’era digitale. L’esercito del Nicaragua avrebbe spiegato di avere issato la sua bandiera in territorio straniero basandosi sulle mappe di Google, che attribuivano al Nicaragua una porzione di territorio che invece appartiene al Costa Rica. Google ha chiesto scusa e correggerà le sue mappe. Ma c’è chi sospetta che si tratti di una scusa, e che in realtà il Nicaragua abbia fatto l’errore senza aiuti esterni. La vicenda è raccontata anche da Roberto Zichittella (uno degli autori di questo blog) in un articolo (http://http://www.ilriformista.it/stories/Prima%20pagina/294279/)  apparso  sulla prima pagina del Riformista l’11 novembre

Influenza suina, forse il virus è “Made in USA”

 

Il virus messicano sarebbe in realtà statunitense, se non proprio europeo. Dice Wired che i geni consentono di ricostruire il percorso seguito dal virus, i cui antenati (innocui) già nel 1998 sarebbero stati isolati e identificati negli USA. Il virus H1N1 sarebbe il prodotto del boom di allevamenti suini negli USA (da 2 a 10 milioni di capi nel corso degli anni Novanta). Nel 2003 un articolo di Science spiegava che complici dei virus sono le cattive condizioni in cui vivono gli animali: stressati, quindi a corto di anticorpi per fronteggiare il virus. L’anno scorso la Camera dei Lord pubblicò un rapporto dove si diceva che per difendere l’uomo dai virus bisognava occuparsi degli animali da allevamento (ma si riferiva soprattutto al terzo mondo, non agli USA!).