Stanno a Brindisi i grandi inquinatori

 Greenpeace pubblica oggi la classifica dei grandi “produttori” di CO2 in Italia. La centrale Enel a carbone “Brindisi sud” mantiene il primato dei grandi inquinatori italiani con ben 13 milioni di tonnellate (Mt) di CO2 emesse nel 2009. Segue al 2° posto la Centrale Edison di Taranto con 5,9 Mt di CO2 e al 3° la raffineria Saras di Sarroch con 5,2 Mt di CO2. In generale, cala la CO2 emessa nel 2009, complici la crisi economica e l’effetto degli interventi di efficientamento energetico: da 538,6 milioni di tonnellate del 2008 si passa a quota 502 milioni. Rispetto al 1990, quando le emissioni erano a 516,9 milioni, la diminuzione è pari al 3%, comunque meno della metà dell’obiettivo fissato dal Protocollo di Kyoto. Nel 2009 le emissioni della centrale Enel a carbone “Brindisi sud”, pari a 13 milioni di tonnellate (Mt) di CO2, superano ampiamente le quote e i limiti di 10,4 Mt di CO2 imposti dalla Direttiva europea sulle emissioni (Emission Trading Scheme). La Puglia mantiene il triste primato della Regione con le maggiori emissioni avendo ben tre delle prime quattro aziende in classifica sul proprio territorio.

Rude Apulia

Ci si domanda a volte cosa pensino i pugliesi dell’omosessualità del loro governatore. Non è la prima volta che un omosessuale prende il potere in Italia. Ma qui parliamo di quella specie nota come “omosessuale dichiarato”. Già, come si sentono i pugliesi? Non si sentono un po’ strani? Non cambia un po’ tutto per loro?
A quanto pare no. Anzi, fanno come se nulla fosse. Guardate il profilo Facebook di Vendola, dove oggi il governatore annuncia un incontro a Bari con il governatore del Piemonte, il leghista Cota. I sostenitori di Vendola commentano a decine, anche ricorrendo a vivide metafore sessuali, che qualcuno giudicherebbe omofobe, quindi inadatte in presenza di un omosessuale, per giunta governatore:

Luigi: “aprigli il culo”

Ilaria: “FAGLI IL CULO!!”

Francesco: “spaccagli il culo a quel leghista di merda!”

eccetera.

La Puglia con il sole in fronte

La Puglia va forte con il fotovoltaico. E’ la prima regione in Italia per potenza fotovoltaica installata. Nel 2009 questa crescita è stata del 110 per cento e ha portato la Puglia al sorpasso della Lombardia.  Al terzo posto si trova l’Emilia-Romagna, seguita da Lazio, Piemonte e Veneto. Il dato, anticipato dal Sole24Ore,  è contenuto nel Solar Energy Report 2009, realizzato dall’Energy&strategy group del  Politecnico di Milano.

E’ già guerra sul nucleare italiano

Ancora non si conoscono ufficialmente i siti scelti dal Governo per costruire le nuove centrali nucleari italiane, ma già esplode la polemica. Alcune regioni (Campania, Basilicata e Puglia) avevano messo le mani avanti approvando provvedimenti che vietano la costruzione di centrali sul loro territorio. Ma oggi il Governo ha deciso di mettersi contro queste regioni impugnando le leggi regionali e sollevando un conflitto davanti alla Corte Costituzionale. La battaglia si annuncia durissima. Pochi giorni fa Nichi Vendola ha dichiarato che se il Governo vorrà creare dei siti nucleari in Puglia dovrà schierare i militari. Staremo a vedere.

Meretricio

Di nuovo in alto mare nel Pdl pugliese la scelta del candidato presidente alle regionali. Appena due giorni dopo aver aperto il “terzo forno”, Udc si è offerta a Berlusconi, che adesso cerca un nuovo candidato gradito al partito di Casini. Di Pietro accusa: «è meretricio». E quando c’è meretricio «l’utilizzatore finale» non si tira mai indietro.